Contenuto riservato agli abbonati

Agente di commercio muore a 44 anni incastrato nell’auto finita fuori strada

Lorenzo Colonna, agente di commercio, aveva 44 anni: a destra, alcune immagini dell'incidente

CODROIPO. Stava rientrando a casa quando ha perso il controllo dell’auto e si è schiantato contro un muretto in cemento. Un agente di commercio di 44 anni, Lorenzo Colonna, originario di Paludo di Latisana ma residente a Udine, in via Aquileia, è deceduto, nella notte tra martedì e mercoledì, a causa delle gravi ferite riportate a seguito dell’incidente in cui è rimasto coinvolto.

È successo poco dopo le 3, a Codroipo, lungo la strada statale Pontebbana, nel tratto che prende il nome di viale Venezia, all’altezza del chilometro 107. Colonna, che era candidato consigliere alle prossime elezioni amministrative di Latisana con la lista Lega Nord Salvini, lascia due figli di 9 e 16 anni. L’Alfa Romeo 159 condotta dal quarantaquattrenne friulano stava percorrendo la Pontebbana con direzione Pordenone Udine.

All’improvviso, per cause ancora da accertare, probabilmente un colpo di sonno, Lorenzo Colonna, che stava viaggiando da solo, ha perso il controllo della berlina e, dopo aver invaso l’opposta corsia di marcia, è finito in un fossato per il deflusso delle acque che costeggia la carreggiata.

L’auto ha terminato la sua corsa contro un manufatto realizzato in cemento. L’impatto è stato violento. Il quarantaquattrenne è rimasto incastrato all’interno dell’abitacolo.

A chiamare i soccorsi per primo è stato un residente, svegliato dal forte botto causato dallo schianto della macchina contro il manufatto in cemento.

La centrale Sores di Palmanova ha subito inviato sul posto un’ambulanza e anche l’automedica. Le condizioni del ferito sono apparse subito gravi.

Gli operatori sanitari del 118 hanno tentato di rianimare sul posto il quarantaquattrenne, deceduto sul posto. Troppo gravi le ferite riportate. Per i rilievi sono intervenuti i carabinieri del Nucleo radiomobile di Udine che hanno lavorato a lungo sul posto, sotto la guida del comandante Andrea Riolo, e i vigili del fuoco volontari di Codroipo, che hanno provveduto a mettere in sicurezza il tratto interessato dall’incidente. Inevitabili i rallentamenti al traffico veicolare per il tempo necessario a consentire le operazioni di soccorso.

Dell’accaduto è stato informato il pm Luca Olivotto, che ha disposto il sequestro dell’automobile, restituita ieri mattina, al termine degli accertamenti, ai familiari, e l’ispezione cadaverica esterna. Già nella giornata odierna sarà probabilmente concesso il nullaosta per la sepoltura.

Lorenzo Colonna, che aveva compiuto 44 anni lo scorso 16 agosto, era molto conosciuto in tutta la Bassa friulana. Da qualche anno si era trasferito a Udine, in via Aquileia, dove abitava da solo dopo la separazione dalla moglie Katia Martinello, ma era sua intenzione tornare a vivere a Paludo di Latisana, suo paese d’origine. Prima di iniziare l’attività di agente di commercio per conto della DBB di Feletto Umberto, azienda specializzata nella distribuzione di bevande, Colonna aveva gestito per anni il noto ristorante e prosciutteria di famiglia Ai Picchi, sullo stradone che porta a Lignano, e anche una birreria a Sant’Andrat, poco distante da Mortegliano.

Lascia due figli, di 9 e 16 anni, la sorella Maria e i genitori Giacomo e Lauretta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Terremoto in Australia, il momento della scossa: il sisma sorprende gli sciatori

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi