Una seggiovia per il Lussari L’opera in fase di progettazione

/ tarvisio

Un nuovo collegamento tra Valbruna e il monte Lussari. È quanto annuncia Stefano Mazzolini, vicepresidente del Consiglio regionale Fvg, illustrando i progetti che riguardano lo sviluppo del polo sciistico di Tarvisio. Sul piatto ci sono 15 milioni di euro, 10 dei quali già stanziati e dedicati al nuovo impianto che condurrà al santuario. «Si tratta – precisa Mazzolini – di una seggiovia a sganciamento automatico da 4 o 6 posti, che partirà nell'area oltre il fiume Saisera vicino all'abitato di Valbruna, ma già inclusa nel territorio comunale di Tarvisio. È, in pratica, la sostituzione del vecchio impianto Alpe Limerza, chiuso da tre anni». Oltre alla seggiovia, ci sarà l'allungamento della pista Limerza, che arriverà a 6 chilometri. Quanto ai motivi dell’investimento, il vicepresidente sottolinea che «darà un ulteriore sbocco verso il santuario del Lussari, assicurando nuovi punti di accesso e contribuendo a sgravare la telecabina di Camporosso nei periodi di maggiore affluenza. Da Valbruna, poi, sarà comodo perché vi si potrà accedere a piedi. L'opera è in fase di progettazione. I Comuni di Tarvisio e Malborghetto viaggiano uniti sul progetto».


Il collegamento fa parte di un piano da 36 milioni, approntato per i prossimi anni, al pari del secondo bacino per l'innevamento artificiale sul monte Florianca, con un investimento da 1,4 milioni di euro che vedrà compimento entro l'estate 2022.

«Un’ infrastruttura necessaria, in grado di allungare i tempi della stagione invernale sugli sci» fa notare Mazzolini. Tra i progetti rilevanti, c'è quello relativo alla pista “Luciano Lazzaro” nell'area del Florianca, che doterà il demanio sciabile tarvisiano di ulteriori 6 km di tracciato. In arrivo anche una nuova pista denominata “Rio Volpe” e la variante della Pista A. Con gli investimenti estivi si intende dotare l’area della Piana dell'Angelo-Poggio del combattente di una area ludica – prosegue il vicepresidente –, inoltre è stato allungato il bob su binario, diventato così il più entusiasmante d’Italia. In arrivo anche un'emozionante Zip Line - la teleferica che consente, in tutta sicurezza, di scendere sospesi nel vuoto –, in corso di completamento entro settembre, e saranno realizzate apposite aree per il downhill delle biciclette, una disciplina sempre più gettonata.

«Questi cospicui investimenti su Tarvisio – conclude Mazzolini – sono dovuti al fatto che vediamo il grande interesse dei privati: fra il capoluogo, Camporosso e l'area della Val Saisera si stanno costruendo 3 nuovi alberghi, per 300 posti letto in più. La Regione è pronta a fare la sua parte». —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi