Contenuto riservato agli abbonati

Niente Padre Nostro per benedire la scuola, la maestra ferma il parroco davanti ai bimbi: «Non è consentito»

La cerimonia davanti alla scuola con gli alunni seduti sul prato

PRECENICCO. Niente “Padre Nostro” per gli alunni della scuola elementare di Precenicco. Nemmeno nella benedizione del nuovo istituto dopo l’intervento di restauro, per non urtare la sensibilità di chi ha un altro credo religioso.

A interrompere don Cristiano Samuele Zentilin che, il 15 settembre, con una mano sull’aspersorio, si apprestava a recitare la preghiera, è stata un’insegnante. «Non è consentito» gli è stato detto.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi