«No al parcheggio, meglio creare un’area per i cani»

La protesta tra le vie tolmezzo e ramandolo 

«Sì alla sistemazione dell’area, no al progetto messo a punto dall’amministrazione comunale». Una cinquantina di residenti delle vie Tolmezzo e Ramandolo sono scesi in strada, ieri mattina, a difesa di quel lembo di verde del parco Berzanti che sarà trasformato per fare posto a nuovi stalli per le auto. A coordinare la protesta è il Comitato Verde di quartiere.

«Come abbiamo ribadito più volte – afferma Walter Maccari – siamo favorevoli a una sistemazione del parco e dei marciapiedi, ma riteniamo sbagliato utilizzare una parte del verde, tra l’altro di proprietà privata, per realizzare nuovi posti auto. A noi il progetto del Comune non piace».


Per i residenti rinunciare al verde per gli stalli delle auto è sbagliato, anche perché lo spazio che verrebbe a mancare è proprio quello più utilizzato per lo sgambamento dei cani. «La cosa che più ci dispiace – prosegue Maccari – è che in questi mesi, nonostante le nostre richieste, sia mancata completamente un’interlocuzione con l’amministrazione comunale. Non ci siamo mai nascosti, se il Comune avesse voluto ascoltare anche la nostra campana avrebbe avuto tutto il tempo per farlo. Invece – chiude Maccari – è stato approvato in giunta un progetto senza che nessuno, nel quartiere, sapesse nulla. A noi interessa mantenere la nostra porzione di verde così com’è».

A dare manforte alla protesta del Comitato, è intervenuta la consigliera del Pd, Cinzia del Torre. «Nel corso della manifestazione è stata fettucciata l’area di verde che sarà sacrificata, per mostrarla a chi ancora si ostina a minimizzare la questione. La cosa grave – evidenzia – è che il comune fa andare avanti un progetto senza aver ancora proceduto con l’esproprio del pezzo di terreno. Danno per conclusa un’opera che in realtà così certa ancora non è».

Da qui la decisione di scendere in piazza per far sentire la propria voce e far capire che il quartiere, o almeno una buona parte, non vuole veder scomparire una porzione del parco Berzanti. «Il problema – dice un altro cittadino intervenuto alla protesta - è che si vuole far entrare il parcheggio nel parco, anziché sfruttare lo spazio a disposizione sulla parte opposta della strada. Cancellare il verde per gli stalli delle auto è sbagliato. Lo spazio che verrebbe a mancare è quello più utilizzato per far passeggiare i cani».

I cittadini contrari al parcheggio vorrebbero creare un’area recintata dedicata ai quattro zampe proprio nella fascia che il Comune è pronto a espropriare per fare posto alle auto. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Ddl Zan, urla e applausi da stadio dai banchi del centro-destra per l'affossamento della legge

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi