Contenuto riservato agli abbonati

Il motociclista morì a 26 anni, il conducente dell’auto patteggia un anno e mezzo. Il padre della vittima: «Senza il carcere non è un vero deterrente»

Flavio Ermacora sulla sua moto: aveva 26 anni e abitava a Muzzana del Turgnano

MUZZANA DEL TURGNANO. La famiglia aveva scelto i media per chiedere a gran voce «il massimo della pena» per l’automobilista contro cui si era schiantata la moto del loro Flavio. «Chi ce l’ha tolto merita il carcere. O una pena che sia di monito per chi uccide alla guida senza curarsi delle conseguenze», avevano dichiarato genitori e sorella.

Ora la condanna è arrivata, ma non è quella che si aspettavano.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Ddl Zan, urla e applausi da stadio dai banchi del centro-destra per l'affossamento della legge

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi