Il post dell’assessore Scoccimarro contro la linea di Fedriga: «Siamo l’unica nazione europea che obbliga i lavoratori ad avere il Green pass»

TRIESTE. «Articolo 1. L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul Green pass». È la provocatoria immagine postata sui social dall’assessore regionale Fabio Scoccimarro, che porta avanti la linea di Fratelli d’Italia, anche in dissonanza con le posizioni che il presidente Massimiliano Fedriga ha espresso sulla necessità della certificazione. «Siamo l'unica nazione europea che obbliga i lavoratori ad avere il Green pass», scrive Scoccimarro su Facebook, dove rilancia il post di Giorgia Meloni. «Premesso che né il sottoscritto né Fdi siamo “no vax” – spiega l’assessore – riteniamo che le restrizioni del governo siano le peggiori d’Europa».

È la linea dei meloniani, che stanno all’opposizione a Roma, ma governano in Regione e nei Comuni assieme al resto del centrodestra, dove ci sono posizionamenti differenti sull’uso del pass: «In una coalizione convivono idee diverse e su questo la posizione di Fdi è in parte diversa», dice Scoccimarro. Per chi non vuole vaccinarsi non resta che fare il tampone e l’assessore ritiene che «occorrerebbe spingere sino alla gratuità».

Quanto a lui, che ha avuto il Covid in forma lieve, «ho ancora anticorpi in misura abbondante, ma non basta per circolare liberamente. Nei prossimi giorni farò il vaccino». A favore di chi non vuole invece fare il passo, il capogruppo di Fdi Claudio Giacomelli ha ottenuto con l’appoggio di tutta la maggioranza la modifica dell’assestamento di bilancio per introdurre uno sconto regionale sui tamponi ai minorenni.

Video del giorno

Cop26 - 10. Sos clima, obiettivo: vivere green al 100%

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi