Contenuto riservato agli abbonati

A processo commercialista di una società del mobile fallita, l’accusa: fondi con una falsa perizia

PORDENONE. Commercialista di una società del mobile fallita finisce a processo per l’ipotesi di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e bancarotta societaria impropria da formazione fittizia di capitale, in concorso con gli amministratori. La fallita è chiamata a rispondere della responsabilità amministrativa dell’ente in relazione all’ipotesi di truffa.

Il gup Rodolfo Piccin ha rinviato a giudizio il ragioniere Fabrizio Peloso, 60 anni, originario di Gemona, titolare dell’omonimo studio a Tavagnacco, dopo aver respinto la richiesta di abbreviato condizionato a una consulenza contabile presentata dai suoi legali Virio Nuzzolese e Davide Zignani.

Nei

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Tennis, l'esilio dorato di Djokovic nella sua Belgrado

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi