Contenuto riservato agli abbonati

Troppe prescrizioni: cancellata ancora la festa della zucca

La Pro loco: impossibile garantire il rispetto delle distanze. L’iniziativa di fine ottobre richiamava oltre 50 mila visitatori

VENZONE. Troppo complesse le procedure per rispettare tutte le prescrizioni e troppo pesanti la limitazioni per l’afflusso di una festa storica, quella della zucca che richiamava oltre 50 mila visitatori a Venzone.

Sarebbe stato il trentennale dalla sua prima edizione ma, come per l’anno scorso, gli organizzatori si sono arresi di fronte alla complessità di regole imposte da un’emergenza pandemica che ancora non è finita.


Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/15, Bonino: "Casellati ha esposto la sua persona e l'istituzione che rappresenta. Non si fa"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi