Contenuto riservato agli abbonati

Tre bambini battezzati in un giorno, il messaggio delle famiglie: «Così diamo speranza alla montagna»

Le coppie originarie di Casso: «Qui torniamo spesso, stiamo bene»

La sopravvivenza della montagna passa soprattutto da azioni concrete: iniziative, idee, stimoli per mantenere in vita luoghi meravigliosi, ma in cui vivere diventa sempre più complesso.

Serve voglia di fare, in modo strutturale, affinché le valli non si spopolino ancora di più, perdendo con ogni persona che se ne va un pezzo di storia e uno di futuro. Serve la concretezza, ma c’è bisogno anche di altri gesti, che possono essere ancora più importanti, nell’essere simbolici.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Ffp2, la prova in laboratorio: ecco come riconoscere le mascherine di qualità

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi