Contenuto riservato agli abbonati

Quel legame tra Sant’Antonio e il Friuli: pellegrini sulle orme del santo, svelata la storia del convento di Gemona

I documenti analizzati dagli storici sono stati presentati durante un convegno Al via la staffetta con le reliquie antoniane che attraverseranno il Friuli

GEMONA. Il filo di seta giallo e rosso che teneva il sigillo di piombo con impresse le immagini dei santi Pietro e Paolo è ancora nella bolla di Alessandro IV datata “1260 novembre 17 Laterano” con la quale il pontefice concedeva 100 giorni di indulgenza a quanti nel corso dell’anno si fossero recati per devozione e in spirito di umiltà nella chiesa dei frati minori di Gemona in occasione delle tre festività dei santi Francesco e Antonio confessori e della Beata Chiara.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Taranto, spara contro l'auto della polizia e ferisce due agenti: la raffica di colpi ripresa dalla telecamera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi