Contenuto riservato agli abbonati

Scioperi, disagi nelle scuole: centinaia di studenti a casa

UDINE. Stop al precariato, equità salariale e nessuna discriminazione legata al possesso del Green pass. Sono soltanto alcuni dei motivi che hanno spinto Cobas, Usb, Usi e le altre sigle sindacali di base a indire uno sciopero generale (due manifestazioni con corteo a Trieste), riguardante tutte le categorie, per la giornata di lunedì 11 ottobre.

A Udine i disagi maggiori sono stati registrati nel settore della scuola – soprattutto per infanzia, primarie e secondarie di primo grado – con la chiusura di alcune classi o la mancata apertura di interi plessi per l’assenza del personale Ata e il conseguente rientro a casa di centinaia di studenti.

Per

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Il drago che "sorge" dalle foreste distrutte: l'imponente scultura per non dimenticare la tempesta Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi