Falchetto spaventato da corvi e gazze scappa nei giardini, lo riprendono i pompieri

VALVASONE ARZENE. Prima di farsi catturare ha fatto ammattire addestratore e vigili del fuoco, il falchetto fifone che mercoledì 13 ottobre, spaventato da corvi e gazze, si è sganciato dal cordino che lo assicurava al guanto del suo maestro ed è volato via scegliendo di far tappa sugli alberi più alti e inaccessibili della zona.

L’episodio - comunque a lieto fine - ha preso le mosse verso le 13 di mercoledì, quando una signora ha notato il rapace nel suo giardino e ha chiesto l’intervento dei vigili del fuoco.

Una presenza insolita, ma non eccezionale, quella del falco: in un’area campestre di Arzene, infatti, c’è una scuola di addestramento rapaci.

Ma la lezione del falchetto ancora alle prime armi è stata disturbata dalla massiccia presenza di corvi e gazze. Spaventato da quegli uccelli, non ha più risposto ai richiami dell’addestratore e se n’è volato via. In preda al panico, prima si è rifugiato sulla sommità degli alberi nei campi, poi ha varcato il confine tra Arzene e San Martino al Tagliamento e si è piazzato su diverse piante (le più alte che ha trovato) dentro giardini di abitazioni.

A quel punto è scattata la chiamata e l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di San Vito. I quali, muniti di autoscala, tanto gli sono corsi dietro e tentato, finchè sono riusciti a prenderlo, tirarlo giù da un pino di una casa in via Sant’Elena e riconsegnarlo all’istruttore.

L’epilogo ribadisce mission e spirito dei pompieri: si tratti di persone, animali o cose, dove c’è bisogno, loro arrivano e rimediano.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi