Contenuto riservato agli abbonati

Finestre aperte per l’obbligo anti-Covid ma in classe a Pordenone si gela: i sindacati chiedono di avviare le caldaie

PORDENONE. Aule fredde nelle scuole statali, a Pordenone e cintura periferica, con la colonnina di mercurio in caduta libera e l’obbligo anti-Covid di aprire le finestre. Il riscaldamento partirà a metà ottobre e il sindacato Flc-Cgil protesta. «Tanti studenti assenti nelle superiori a Pordenone causa raffreddore e questa volta non è il Covid». Adriano Zonta segretario Flc-Cgil ha segnalato l’effetto del calo delle temperature: «Accendere il riscaldamento a scuola, grazie».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi