Green pass obbligatorio, annunciati scioperi e agitazioni nelle fabbriche friulane. Ecco chi si ferma e chi ancora tratta

Annunciati i primi stop in Danieli, Pittini e Abs. Il sindacato chiede test gratuiti per tutti

UDINE. Sale la temperatura nelle principali fabbriche del Friuli dove il debutto del Green pass, obbligatorio da venerdì 15 ottobre per entrare al lavoro, non passerà inosservato. Nelle aziende più spallate le organizzazioni sindacali stanno tentando ormai da giorni di trovare un accordo con le proprietà affinché contribuiscano alla spesa per i tamponi.

Tentativi che in molti casi hanno portato a un nulla di fatto dinnanzi al quale, ieri, le parti sociali hanno tirato le somme e deciso per la linea dura: lo sciopero.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi