Il ballottaggio divide i dem Una parte sta con Bernava

Il segretario del Pd Carlo Candido chiamato a rendere conto agli iscritti Il candidato di centrodestra Delle Fratte solidale con la Cgil dopo i fatti di Roma





Una parte del centrosinistra ha rotto gli indugi e ieri ha lanciato un appello per sostenere Alberto Bernava al ballottaggio. Nel gruppo, anche esponenti del Partito democratico, un partito ormai spaccato.

Avevano sostenuto al primo turno Susi Centis, la candidata sconfitta, i diciannove esponenti dell’area politica che ieri si sono schierati con Bernava.

«I disordini successi a Roma nei giorni scorsi – affermano – ha riportato all’attenzione la necessità di riaffermare e difendere i valori fondanti della Repubblica. L’adesione ai valori costituzionali, infatti, non può essere data per scontata e va verificata continuamente. Riteniamo che in questo particolare momento, il futuro sindaco di San Vito debba rappresentare i valori costituzionali senza se e senza ma. E i valori sono salute, lavoro, ambiente, solidarietà, istruzione, Europa, democrazia e antifascismo. Per questo motivo, invitiamo i sanvitesi ad andare a votare al ballottaggio e a esprimere il loro voto per il candidato Alberto Bernava, che riteniamo offra garanzie di adesione ai valori della Costituzione».

Un testo che è stato sottoscritto da esponenti di spicco della passata amministrazione: Angelo Battel, anima delle attività culturali dell’era Di Bisceglie, Pier Giorgio Sclippa, assessore uscente del Pd, Natalia Troìa, presidente del consiglio comunale, Alessandro Galante, consigliere comunale Pd. Hanno firmato inoltre Pier Luigi Benvenuto, Ariella Canton, Giuliana Cinelli, Loris Cordenos, Lorenzo Galante, Roberto Gargiulo, Flavio Massarutto, Antonella Maurizio, Daniela Maurizio, Silvia Moretti, Gioachino Perisan, Rita Pettovello, Gianni Querin, Giuseppe Sclippa e Giorgio Simon. Un appello a votare Alberto Bernava è stato lanciato anche da un altro esponente del Partito democratico, Francesco Colussi.

Elezioni che lasciano un Pd diviso tra chi vuole sostenere Bernava per non far vincere il centrodestra e chi vuole libertà di voto. Si annuncia la resa dei conti col segretario Carlo Candido, in bilico, chiamato a rendere conto dagli iscritti dell’operato.

Non ha preso una posizione netta Sinistra per San Vito, che sosteneva Centis: «Preso atto del confronto in essere e delle molteplici sensibilità interne, siamo certi che i nostri elettori sapranno decidere al meglio – dice la lista –. Ci auguriamo che la futura giunta, qualunque essa sia, sappia dare continuità a quanto già messo in atto da Sinistra per San Vito nell’ultimo mandato, partendo dai valori costituzionali di antifascismo, diritto al lavoro e sua tutela, accoglienza, sanità e istruzione, ambiente».

Ieri, il candidato sindaco del centrodestra, Valerio Delle Fratte, ha portato la solidarietà per i fatti di Roma allo Spi-Cgil, dove ha incontrato il referente Carlo Costanzo: «Ho inteso sottolineare che da parte mia e da parte di tutta la coalizione che mi sostiene, come sempre manifestato in questi anni di presenza nelle istituzioni democratiche e dalla vita personale di ognuno di noi, non solo vi è il massimo rispetto delle regole democratiche, ma il totale e netto respingimento di qualsiasi forma di squadrismo o di atti terroristici di sorta», afferma. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Animali altruisti: la storia di Koko, la gorilla che adottò il gattino

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi