Contenuto riservato agli abbonati

Cortei no green pass, cosa fanno le aziende in Friuli. La protesta dei lavoratori: vogliamo i tamponi gratis

UDINE. Poche proteste nel primo giorno dell’obbligo di Green pass all’esterno degli stabilimenti produttivi, anche se permane lo stato di agitazione proclamato dalle sigle sindacali delle principali aziende del manifatturiero in Friuli. Lo sciopero, a macchia di leopardo, viaggia a velocità diverse, con forme di astensione dal lavoro proporzionate al livello di interlocuzione stabilito tra parti sindacali e datoriali, che in alcuni casi (come alla Abs di Cargnacco e alla Lima di San Daniele) hanno accettato di mettere a disposizione gratuitamente i tamponi per i propri dipendenti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Hawaii, l'incontro inaspettato è da brividi: fotografo si imbatte in uno squalo bianco mentre nuota

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi