Contenuto riservato agli abbonati

Muore folgorato a 37 anni il suo primo giorno di lavoro, assolto il titolare. I giudici: «Verifiche sul cementificio»

Chiuso il processo per la morte di Donato Maggi, 37 anni, al primo giorno di lavoro per una ditta esterna

Un incarico, smontare le coperture del trasformatore del cementificio di Fanna, che lo porterà alla morte nel suo primo giorno di lavoro: nella drammatica sequenza di fatti costata la vita a Donato Maggi, 37 anni, né Friul Montaggi né il suo titolare hanno avuto responsabilità. Questa la conclusione del tribunale di Pordenone che ha rimesso però gli atti alla Procura per chiarire la posizione del cementificio Buzzi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Parolacce, gaffe, piazzate: ecco tutti gli show di Massimo Ferrero

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi