Incrocio pericoloso a Caneva Martini: «Serve un intervento»

/ TOLMEZZO

È tempo di metter mano al pericoloso incrocio che sorge tra la strada ex provinciale 125, via Tre Croci e via Terzo a ridosso del ponte e dell’immissione di una ciclabile.


Ne è più che convinto l’assessore comunale all’Urbanistica, Francesco Martini, che per questo motivo ha scritto a Fvg Strade, chiedendo un incontro con l’obiettivo di cominciare un confronto serrato sulle necessarie modifiche a tale trafficata e insidiosa viabilità, utilizzata sia verso il centro città sia in direzione ospedale (sul retro del nosocomio si trova spesso più agevolmente parcheggio) da molte persone provenienti da Caneva, Casanova, Terzo, Lorenzaso, Cazzaso, Fusea, Zuglio ma anche dalla Val Tagliamento e dalla Val Degano.

Per l’automobilista che si deve fermare allo stop in salita di via Terzo la visibilità è carente e i possibili contemporanei attraversamenti anche di altri utenti della strada non aiutano.

«Chiedo che venga progettato e realizzato un intervento viabilistico su ponte di Caneva all’altezza dell’incrocio che si innesca sulla strada provinciale 21 – evidenzia Martini – perché è assolutamente tempo di risolvere più problematiche in quel punto: va messo in sicurezza l’intero incrocio (bisogna trovare una soluzione ben diversa e più sicura su questa viabilità verso la frazione di Caneva e quelle successive), è necessario un collegamento diretto e meno complicato tra la provinciale 125 (su via Tre Croci) e la 21 (via Terzo), va ripensato l’attraversamento della pista ciclabile di Tolmezzo in direzione Arta Terme in quel punto (il problema non è banale per chi arriva dalla ciclabile proveniente da Villa Santina, sbuca dopo una salita sul ponte e si trova a dover attraversare la strada a ridosso dell’incrocio per immettersi nella ciclabile verso Arta Terme) e servono inoltre percorsi pedonali in sicurezza» segnala l’assessore spiegando che non ci sono neppure le strisce pedonali per accedere a Caneva e alla scuola elementare Muner.

«Ho sollecitato un incontro a Fvg Strade, per iniziare ad affrontare finalmente questo problema, nella speranza di cominciare almeno a imbastirne le soluzioni» ammette Martini.

Il tema, seguito anche dall’assessore alle frazioni Michele Mizzaro e altri assessori, è molto sentito dai residenti e le segnalazioni sulla pericolosità dell’area si susseguono ormai da tempo. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid Watch. Ensovibep: cosa sappiamo del nuovo farmaco

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi