Contenuto riservato agli abbonati

I portuali di Trieste: “Torniamo al lavoro”. Poi ci ripensano, il leader contestato costretto a fare dietrofront

TRIESTE. I portuali tornano al lavoro, il presidio è finito. Sono le 8 di sera di sabato 16 ottobre quando dal Molo VII arriva questa decisione, messa nero su bianco in un comunicato stampa diramato dal Clpt.

Poi il caos. In tarda serata, il dietrofront. Il leader Stefano Puzzer è stato duramente contestato da un gruppo di portuali e da altri manifestanti No Green pass.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Il drago che "sorge" dalle foreste distrutte: l'imponente scultura per non dimenticare la tempesta Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi