Contenuto riservato agli abbonati

Il mais Ogm di Fidenato sarà distrutto, ma lui ha già pronto l’ennesimo ricorso

© Simone Ferraro

PORDENONE. Si gioca tutta su 7 mila metri quadrati seminati a Mon 810, a Colloredo di Monte Albano, la battaglia di Giorgio Fidenato per il mais transgenico in Friuli.

Dopo la semina dei primi di luglio, le sue piante sono ormai giunte a maturazione cerosa, ma entro martedì 19 ottobre dovrebbero essere trinciate e interrate. Dovrebbero si diceva, perché di distruggere il proprio raccolto l’agricoltore friulano non ne vuol sapere.

«Ho

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

I nomi della Rosa. Con Luciana Castellina e Stefano Massini, Francesco Bei e Karima Moual

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi