Contenuto riservato agli abbonati

Gli operatori scioperano contro l’obbligo del Green pass, i disabili del Campp rispediti a casa

A singhiozzo l’attività nella Bassa con diverse chiusure

UDINE. Le persone affette da disabilità e le loro famiglie stanno vivendo giorni difficili a causa della mancata assistenza all’interno delle strutture dedicate. Il motivo dietro a questa assenza sarebbe la proclamazione da parte del sindacato Fisi di uno sciopero nazionale dal 15 al 20 ottobre riguardo il Green pass.

Il Campp, consorzio di comuni che si occupa della gestione dei servizi per le persone disabili nel territorio della Bassa friulana e dell’inserimento lavorativo nell’intera provincia di Udine, si trova con le mani legate di fronte alle manifestazioni degli scioperanti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Stefano, vita da crossdresser: "Sono padre, marito, eterosessuale e mi vesto da donna"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi