Contenuto riservato agli abbonati

Telecamere con riconoscimento facciale: stop dell’Ue. E Udine ora punta sulla videoanalisi

Il Parlamento di Bruxelles ha chiesto alla Commissione di istituire il divieto di identificazione. Il blocco ai database non impedisce, in caso di necessità, l’identificazione delle persone 

UDINE.Il Parlamento europeo di recente ha preso posizione contro l’acquisizione e l’uso dei dati biometrici negli spazi pubblici. Ha infatti approvato una risoluzione (ossia un atto di indirizzo) con cui ha chiesto alla Commissione europea di istituire il divieto di utilizzo di sistemi di identificazione basati sull’intelligenza artificiale.
A livello comunitario, dunque, l’attuale orientamento è quello di far pendere la bilancia dalla parte della protezione dei dati personali e delle libertà dell’individuo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Parolacce, gaffe, piazzate: ecco tutti gli show di Massimo Ferrero

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi