Niente bus e autisti Rescisso il contratto con la ditta Tundo

LATISANA

A rescindere il contratto con la Tundo Vincenzo spa sono stati non solo i comuni di Lignano, dove la ditta non aveva la copertura assicurativa dei bus e non ha garantito la dovuta presenza degli accompagnatori, e di Treppo Grande, ma anche di Latisana. Individuata dalla Regione tramite la centrale unica di committenza, la società leccese non ha presentato né i bus né gli autisti nemmeno i primi giorni dell’anno scolastico (16 e 17 settembre). «Ora la ditta incaricata del trasporto scolastico è la Cogoi Bus Service di Muzzana del Turgnano, che ha sottoscritto un primo contratto fino alla scorsa settimana che poi è stato prorogato fino alla fine di dicembre di quest’anno – afferma l’assessore all’Istruzione Elena Martinis (Forza Italia) –. Ciò che ci preme è garantire l’operatività del servizio per non creare disagi agli alunni e alle loro famiglie: stiamo quindi valutando come procedere per assicurare il trasporto scolastico fino a giugno».


A usufruire dei bus per raggiungere le scuole sono, in totale, 238 studenti. A fare i conti con la Tundo all’inizio delle lezioni è stata però la precedente maggioranza, visto che la giunta Sette si è insediata a seguito della tornata elettorale del 3 e 4 ottobre. «Una settimana prima dell’inizio della scuola ci siamo accorti che la Tundo continuava a non inviarci la documentazione necessaria e, vista anche l’esperienza dell’anno passato, ci siamo insospettiti e, prevedendo un possibile disagio e per evitare disinformazione e brutte sorprese per le famiglie, ho subito convocato una riunione con i rappresentanti dei genitori – specifica Daniela Lizzi (Futuro Comune Latisana), ex assessore all’Istruzione e attuale consigliere di minoranza –. Ci siamo previdentemente attrezzati accordandoci con la ditta Cogoi già dal lunedì della settimana successiva. Inoltre, siamo stati i primi a notificare alla Tundo spa la diffida procedendo alla risoluzione del contratto a partire dal 30 settembre». «Abbiamo dovuto ricorrere a una variante al bilancio utilizzando fondi di riserva per sopperire ai maggiori costi – conclude Lizzi –, però siamo già stati rassicurati dalla Regione che ha stanziato le risorse per ristorare i comuni come Latisana che si sono dovuti sobbarcare maggiori costi per il trasporto scolastico». —

N. S.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid Watch. Ensovibep: cosa sappiamo del nuovo farmaco

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi