Asili nido meno cari Rette mensili scontate a 160 nuclei familiari

Il servizio sociale ha accolto 88 richieste di contributo Ulteriori 72 integrazioni concesse per l’ambito della Carnia

/ gemona

Rette dell’asilo nido meno care per 160 famiglie che hanno presentato richiesta di contributo al Servizio sociale dei Comuni dell’ambito territoriale del Gemonese e del Canal del Ferro–Val Canale, oltre a quello della Carnia. I fondi sono stati destinati con due determinazioni firmate dal responsabile della struttura David Turello e si riferiscono all’anno educativo 2021-2022.


«Si tratta di fondi – conferma Turello – che vengono erogati a sostegno delle famiglie che possiedono i requisiti reddituali previsti dal regolamento per abbattere il costo delle rette per l’accesso ai servizi educativi destinati alla prima infanzia».

A sottoscrivere il disciplinare d’impegni con il Servizio sociale dei comuni sono stati i nidi d’infanzia “Il primo volo” di Gemona, “Cucuc” integrato alla scuola dell’infanzia Padre Tarcisio Martina di Gemona, “La casa dei sogni di Joy e Roy” di Artegna, “Il cucciolo” di Tarvisio, i servizi educativi domiciliari “Miki Popping di Gemona e “La perla blu” di Artegna. Con determina del 28 giugno il Servizio sociale aveva già approvato una graduatoria relativa a 28 richieste finanziabili con il Programma operativo regionale cofinanziato dal Fondo sociale europeo e ha concesso a 21 richiedenti i buoni servizio. Ora, preso atto che sono pervenute al Servizio sociale dell’Ambito 90 richieste per l’abbattimento delle rette, ai sensi dell’articolo 15 della legge regionale 20/05 hanno accolto 88 richieste che rispettavano i parametri dettati dalla normativa rigettandone due che non possedevano i requisiti necessari. Il servizio sociale ha comunicato ai gestori dei servizi i nominativi dei beneficiari e il relativo importo. L’ammontare dei contributi per l’anno educativo 2021/2022 è di 361.200 euro, si va da un minimo di 125 euro mensili per il tempo parziale a un massimo di 450 euro che i gestori del servizio porteranno a scomputo della retta mensile a partire dal relativo mese di decorrenza ed entro il giorno 5 di ogni mese, riferendo al Servizio sociale l’ammontare dei benefici applicati.

Discorso analogo per i contributi riconosciuti dal Servizio sociale dei Comuni nell’ambito territoriale della Carnia. In questo caso sono 72 le famiglie che potranno usufruire delle agevolazioni e pagare la retta ridotta. L’importo concesso dal Servizio coordinamento politiche per la famiglia della Regione è di 306.707 euro, di cui 102.235 relativi al fabbisogno 2021 e 204.471 per il 2022. Le richieste pervenute ad esclusione di quelle già soddisfatte con i fondi europei sono state accolte. In questo caso, a sottoscrivere il disciplinare sono stati i nidi d’infanzia “Arcobaleno” di Tolmezzo, Asilo nido integrato alla scuola dell’infanzia “Paola di Rosa” di Arta Terme, quello integrato alla scuola per l’infanzia don Coradassi “La Cove” di Villa Santina e della scuola dell’infanzia Gianelli “Magia” di Tolmezzo oltre al Bucaneve di Comeglians, infine i servizi educativi “Maciao” di Tolmezzo e gli spazi gioco “Stanza Arcobaleno” di Prato Carnico. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Metropolis/13 Live Speciale Quirinale - Salti di fine stagione. Con Corrado Augias e Stefano Folli

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi