Contenuto riservato agli abbonati

Peculato sui rimborsi spese, il caso degli ex consiglieri regionali: 14 mesi a Razzini, assolti Asquini e Gerolin

Roberto Asquini e, a destra, Federico Razzini

TRIESTE. Gli strascichi giudiziari dell’inchiesta “spese pazze”, che due legislature fa aveva falcidiato un’intera classe politica in Consiglio regionale con le accuse di peculato per un presunto uso disinvolto dei rimborsi, continuano a riservare sorprese.

Il Tribunale di Trieste (gup Manila Salvà) ha condannato Federico Razzini a 1 anno e 2 mesi. Varie le imputazioni a cui è stato chiamato a rispondere l’ex leghista, ma per una parte è stato assolto.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

"Chiara mi vuoi sposare?": la proposta di Ester sul campo di rugby a fine partita a Bari

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi