Contenuto riservato agli abbonati

Nascondevano dosi di hascisc nella sede del Fisco: patteggiano davanti al giudice

UDINE. Nascondevano le dosi di cocaina e hascisc in buche ricavate a ridosso delle recinzioni delle abitazioni. O negli stipiti delle porte delle proprie case.

Ma Kamran Khan, 27enne pakistano residente a Enemonzo, aveva osato di più: aveva scelto come nascondiglio il deposito dei rifiuti della sede provinciale dell’Agenzia delle Entrate, in via Foscolo, dove i carabinieri del Radiomobile hanno scoperto 22 dosi di hascisc, per complessivi 287 grammi di sostanza stupefacente.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Ffp2, la prova in laboratorio: ecco come riconoscere le mascherine di qualità

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi