Servizio mensa a scuola il Comune cambia ditta

Un’azienda di Milano si occuperà anche della casa di riposo Contratto per un anno. La spesa è di circa 765 mila euro

cervignano

Una nuova ditta si occuperà del servizio di ristorazione scolastica e per la Casa di riposo comunale “Valentino Sarcinelli”, e per la mensa dei dipendenti del Comune. Il servizio è stato aggiudicato tramite gara alla ditta Dussmann service srl di Milano. Della commissione giudicatrice ha fatto parte anche la responsabile per i servizi sociali del Comune di Cervignano, Karin Faggionato.


La novità di questo appalto sta nel fatto che la ditta lombarda avrà la gestione del servizio mensa per un anno, una sorta di “prova” per valutare un servizio che deve essere il più possibile di qualità. Un periodo di tempo relativamente breve quindi se si pensa che la ditta precedente, la Cir Food di Reggio Emilia a avuto in gestione il servizio per questi ultimi 8 anni, sempre tramite gara precedente.

La necessità di un affidamento a una nuova ditta si è palesato per il fatto che, oltre alla scadenza normale del contratto stipulato con la ditta precedente, nei mesi scorsi molti genitori di bambini che frequentano le scuole cervignanesi hanno manifestato alcune perplessità riguardo al servizio di ristorazione proposto ai loro figli.

Nulla a che vedere con i fatti più gravi che si sono manifestati in altre zone della regione, ma in ogni caso il Comune di Cervignano ha inteso procedere con un nuovo affidamento.

Una serie di parametri oggettivi che prendono in considerazione i fattori economici, la qualità del servizio e della gestione in generale di quest’ultimo, hanno fatto sì che con un punteggio superiore di 4 punti (91 contro 87), l’azienda milanese la spuntasse sulla quella di Reggio Emilia.

La ditta Dussmann srl non è nuova in regione, visto che in Friuli Venezia Giulia si occupa della refezione scolastica anche negli istituti scolastici e nei comuni di Gemona, Latisana, Magnano in Riviera, Reana, Terzo di Aquileia e Tolmezzo. L’affidataria è leader nel settore, e tramite un apposito portale gestisce i rapporti con i genitori che possono interagire e altri strumenti di interfaccia nell'ottica della massima trasparenza.

«La ditta si occuperà della somministrazione dei pasti nelle nostre scuole interessate dal tempo pieno già a partire dal 2 novembre. Soddisfazione nell’aver rispettato le tempistiche e fiduciosi che si possa ben presto offrire un nuovo servizio di qualità», assicura l’assessore all’Istruzione Federica Maule.

La spesa in totale del Comune per garantire il servizio di ristorazione ammonta a un totale di circa 405 mila euro per la Casa di riposo (più circa 915 euro per il servizio dedicato ai dipendenti del Comune) e 360 mila euro per l’intero servizio annuale di refezione per le scuole materne ed elementari che prevedono almeno un rientro settimanale. Il totale dell’impegno dunque si aggira attorno ai 765 mila euro. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tonga, case a pezzi e auto accartocciate tra le palme: il video del ministro del Commercio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi