Contenuto riservato agli abbonati

Accusato di aver gettato veleno nel giardino dei vicini, poliziotto in pensione condannato a 16 mesi: dovrà risarcire 120 mila euro

UDINE. La chiamava sussurrandone il nome, forse perché sperava di incontrarla o soltanto per farle sapere che si trovava là, nel giardino in cui nessuno lo aveva autorizzato a entrare, tanto meno alle dieci di sera. I difensori hanno parlato di «suggestioni», eppure l’audio fatto sentire, in tribunale, con la voce dell’imputato che, fischiettando, ripete «Rita, Rita», nel luglio del 2018, è uno dei tanti motivi che hanno spinto un’intera famiglia a denunciarlo per episodi che, a partire dal 2017 e poi anche negli anni a seguire, fino a oggi, avrebbero attentato alla loro serenità e - così sostengono - pure alla loro salute.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Milano, vigile in borghese spara un colpo in aria: disarmato da un gruppo di ragazzi

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi