Contenuto riservato agli abbonati

Dipendente della Regione accusata di usare senza diritto la navetta, respinto l’appello dell’ente: «Quei viaggi erano regolari»

UDINE. Non era una passeggera abusiva. I viaggi gratuiti sulla navetta regionale da Trieste, dove risiede, a Udine erano un servizio di cui poteva usufruire: a stabilirlo, di nuovo, sono stati i giudici. La dipendente regionale triestina Silvana Segalla ha vinto anche il secondo round della sua battaglia giudiziaria con l’ente di cui è dipendente. L’appello proposto dalla Regione è stato respinto e la sentenza di primo grado confermata.

Eppure,

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Animali altruisti: la storia di Koko, la gorilla che adottò il gattino

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi