Contenuto riservato agli abbonati

L’impennata della benzina: pieno più caro ancora per mesi

MASSIMO PERCOSSI

La domanda di petrolio è molto elevata, lo Stato incasserà 1 miliardo in più grazie alle tasse. Bearzi (Confcommercio Figisc): il trend di rialzi non si fermerà subito, il Governo deve intervenire

UDINE. Il trend rialzista non si fermerà, quantomeno a breve. Tanto che gli automobilisti rischiano un Natale amaro, con un pieno di carburante che potrebbe lievitare ancora.

Addirittura quota 2 euro al litro - una soglia psicologica difficilmente digeribile - per la benzina potrebbe non essere così lontana. Ma quello che preoccupa ancora di più è la previsione degli addetti ai lavori: senza un effetto calmieratore sul mercato, la benzina entro la fine del 2022 potrebbe arrivare alla cifra astronomica di 4 euro al litro.

Che

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi