Presto sei nuovi appartamenti per le famiglie in difficoltà

MUZZANA DEL TURGNANO

Parte l’intervento di coabitare sociale. È stato approvato dal consiglio comunale, infatti, il progetto preliminare e contestualmente adottata la variante urbanistica che sblocca l’importante intervento di coabitare sociale da realizzare in centro paese finanziato con fondi regionali. È prevista la realizzazione di sei alloggi con superfici diversificate sviluppati su un unico piano fuori terra, la riqualificazione dell’area retrostante con pavimentazioni, verde urbano e adeguata illuminazione e la realizzazione di alcuni parcheggi a uso pubblico considerata la centralità della zona.


Il progetto, costo 780 mila euro, permetterà di realizzare l’intervento nello spazio urbano libero sito a fianco della chiesa, con ingresso da via Roma, che di fatto rappresenta un luogo di degrado a causa dell’erba alta, ovviamente a scapito dei residenti. Il progetto esecutivo è in corso di redazione. A dirlo è il vicesindaco con delega ai Lavori pubblici Massimiliano Paravano. «Questo intervento – afferma il vicesindaco di Muzzana – è stato fortemente voluto da questa maggioranza per dare una concreta ed efficace risposta a specifiche categorie individuate dalla normativa come per esempio le famiglie con una situazione di conclamato disagio abitativo, di fragilità sociale e con disabilità, che necessitano di adeguati alloggi. La domanda è stata inoltrata dal Comune di Muzzana congiuntamente a Vicini di Casa Onlus e Orsa (Organizzazione sindrome di angelmann) in qualità di partner con l’avallo del tavolo territoriale locale per le politiche abitative proprio per far fronte a una crescente richiesta di specifici alloggi da parte di queste categorie di soggetti».

Paravano specifica come questo intervento di coabitare sociale sia un’operazione virtuosa poiché toglie cubatura dal centro storico per costruire una nuova edificazione più contenuta e rispettosa del contesto e in questo modo si aumentano di fatto gli standard urbanistici, la qualità dell’abitare in termini di aree verdi e nuovi parcheggi. Soddisfazione del sindaco, Erica Zoratti, per «un intervento che andrà a dare risposta a persone con diversi tipi di debolezza». Il primo cittadino annuncia: «Condivideremo con i partner del progetto i profili dei fruitori e i criteri di assegnazione, tenendo conto delle necessità che emergono dal territorio. Continua il nostro lavoro per creare nuove opportunità sociali, avendo attenzione soprattutto per chi vive situazioni di fragilità. L’obiettivo è di collocare persone fragili bisognose di accompagnamento». —

F.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi