Contenuto riservato agli abbonati

I dragaggi nella laguna di Grado erano regolari, assolti funzionari Fvg e ditte

La Procura di Gorizia li aveva accusati di concorso in inquinamento ambientale

GRADO. Nessuna incompatibilità tra i fanghi dragati e le aree in cui furono spostati. E, quindi, nessuna compromissione o deterioramento dei fondali e delle barene. Si è chiuso con il proscioglimento di tutti gli imputati, undici contando anche le due società venete che realizzarono i lavori, il procedimento penale per l’ipotesi di reato di concorso in inquinamento ambientale che la Procura di Gorizia aveva avviato in relazione all’opera di manutenzione del canale di Barbana, nel tratto lagunare di Grado, che la Regione Fvg predispose tra il giugno e il luglio 2018.

La

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi