Contenuto riservato agli abbonati

Giuseppe Mio, dal kayak all’ultraleggero: in volo sul Friuli alla soglia del secolo di vita

Moglie e figli alla vigilia dell’importante compleanno hanno deciso di realizzare un altro desiderio del capofamiglia  

Fenomeno Giuseppe Mio. A giugno aveva sperimentato il kayak, ieri il volo. Non poco, per un uomo alle soglie dei cent’anni. Una vita di lavoro come cameriere – in città a Villa Ottoboni e all’hotel Santin – dopo quattro anni nella Marina regia, per il compleanno della moglie Maria Teresa era andato con la famiglia alle Pozze smeraldine. Alberto Cancian e Giulia Piazza, ideatori di R-natura, gliela “buttarono là”: «Le va di fare un giro in kayak?».

La

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

I nomi della Rosa. Con Luciana Castellina e Stefano Massini, Francesco Bei e Karima Moual

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi