Contenuto riservato agli abbonati

Rituale col braciere, famiglia intossicata

Genitori e tre figli inalano monossido di carbonio. Dimessi dopo l’ossigenoterapia al pronto soccorso di Spilimbergo

VITO D’ASIO. A causa di un braciere utilizzato in casa per un rituale, un’intera famiglia di origine africana è finita in ospedale per una intossicazione da monossido di carbonio.

L’allarme è stato lanciato nel cuore della notte da Vito d’Asio quando la mamma si è sentita male. L’équipe medica del 118, giunta sul posto con un’ambulanza alle due e mezza di ieri notte, ha rilevato una forte concentrazione di monossido negli ambienti domestici con la strumentazione in dotazione.

Per

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Ffp2, la prova in laboratorio: ecco come riconoscere le mascherine di qualità

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi