Contenuto riservato agli abbonati

L’ex candidato sindaco Claut si veste con la divisa degli ebrei internati per protestare contro il Green pass

Bufera sull’avvocato, la condanna degli “Amici di Israele”: «Visiti un campo di concentramento»

PORDENONE. Già candidato sindaco di Pordenone, non è riuscito a entrare in consiglio comunale, ma ha continuato la sua battaglia No pass. E domenica 7 novembre era in piazza Risorgimento, a Pordenone, con la tuta rigata, come quella dei deportati nei campi di concentramento. L’avvocato Vitto Claut veste così da due mesi e non vi trova nulla di scandaloso: «Emarginati senza avere colpa».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Milano, vigile in borghese spara un colpo in aria: disarmato da un gruppo di ragazzi

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi