La Fnp-Cisl intercetta il disagio sociale con l’impegno di centinaia di volontari

Si tiene oggi, nella sala congressi dell’albergo In Silvys Abate Ermanno di Sesto al Reghena, il primo congresso Rls/Area della Federazione pensionati Cisl di Pordenone. Un evento che si celebra ogni quattro anni per dare spazio e voce a tutti coloro che intendono collaborare con la Cisl nella categoria dei pensionati. Una convocazione che avviene in un momento di pandemia ancora non completamente superato e che ha determinato problemi su più versanti, sociali ed economici, del Paese.

Sono circa duecento i delegati che parteciperanno al congresso, volontari per una rinnovata organizzazione sul territorio. Punto centrale dell’evento sarà la proposta di una nuova suddivisione territoriale per garantire la presenza capillare dei servizi Cisl invocando una politica che torni ad occuparsi dei reali problemi del Paese.


I volontari Fnp in congresso saranno presenti nella piena consapevolezza che nessuno, pur attrezzato di idee, di proposte e di capacità organizzativa, può essere autosufficiente.

La Fnp-Cisl guarda con preoccupazione alla situazione di crisi del Paese. Ecco le tesi sulle quali tutti saranno chiamati a discutere: l’adeguamento delle pensioni al costo della vita con l’abolizione del blocco delle rivalutazioni; abbattimento drastico dell’evasione fiscale per attivare la riduzione della tassazione sui redditi da pensione e da lavoro e tuteli gli incapienti; progressività nelle aliquote Irpef comunali e regionali; un nuovo welfare, con particolare attenzione alle persone anziane, disabili e non autosufficienti; è giunto il tempo per una legge nazionale sulla non autosufficienza; equità nella distribuzione dei sacrifici fino ad oggi ricaduti principalmente sulle spalle dei lavoratori e pensionati; la razionalizzazione della spesa pubblica e il contrasto agli sprechi e alle inefficienze della pubblica amministrazione; la lotta alla mala gestione e ai privilegi della politica.

A fronte di una progressiva dismissione dell’impegno di informazione e consulenza da parte di molti uffici pubblici, al congresso sarà sottolineata la necessità di rinnovare l’organizzazione dei servizi Cisl. A questo proposito è stata messa in campo dalla Fnp l’agenda facilitata, uno strumento che ha consentito di rispondere ai bisogni di tutti confermando l’impegno dell’organizzazione nella attività dei servizi sul territorio. Un dispositivo che ha permesso ad oltre un centinaio di operatori volontari della Fnp di essere vicini ai bisogni della gente nelle realtà territoriali e di aver recepito richieste di aiuto e disagio sociale in grande quantità. Si parla di un numero molto vicino ai 50 mila interventi in un solo anno.

Al congresso saranno presenti i vari segretari: generale regionale Alberto Monticco, territoriale Cristiano Pizzo, segretario Fnp-Cisl regionale Renato Pizzolitto, il presidente regionale Caf-Cisl Franco Colautti. E i vari incaricati delle istituzioni pubbliche: Marcello Del Zotto, sindaco di Sesto al Reghena e l’assessore alle politiche sociali di Pordenone Guglielmina Cucci. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Tv, Sabina Guzzanti è Berlusconi: "Mi candido come prima donna al Quirinale"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi