Contenuto riservato agli abbonati

Dopo 78 anni ritrova una cartolina del padre spedita dal campo di prigionia: «Cari genitori, scrivo dopo lungo tempo...»

Le parole non riescono a trasmettere sino in fondo l’emozione: accade, quando il sentimento è così intenso da mozzare il fiato, da far scatenare nella mente e nel cuore pensieri, ricordi, sensazioni.

«Miei cari genitori, vi scrivo dopo lungo tempo... La mia salute è ottima...».

Giuliano Papais parla con tono gentile, a fatica maschera l’incredulità che ancora lo pervade, ma ciò che prevale è un altro stato dell’anima: la felicità.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid Watch. Ensovibep: cosa sappiamo del nuovo farmaco

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi