Contenuto riservato agli abbonati

Spesso risultano non idonei e non tracciano la positività: troppe diagnosi errate nei test salivari a scuola

UDINE. In questo periodo in cui i contagi da Covid ricominciano a crescere anche nelle scuole, emerge la poca precisione dei tamponi salivari, con gli studenti che molto spesso sono costretti a restare in Dad più giorni del previsto, dovendo ripetere il test dopo la “non idoneità” di quelli effettuati per certificare la negatività.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Masterchef 11, scontro diretto tra Locatelli e Federico sull'impiattamento: "Sembra cibo per cani"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi