Contenuto riservato agli abbonati

Troppo odio sui social, si metta in discussione la responsabilità delle piattaforme

UDINE. Forse è capitato, a voi o a qualche vostro conoscente, il profilo Facebook bloccato. La pubblicazione di un nudo, di qualche parolaccia o le minacce al cane del vicino che ogni giorno fa i bisogni sul vostro zerbino fanno scattare l’allarme al centro di “controllo” del social più famoso al mondo.

“Contenuti inappropriati” che possono essere segnalati anche da altri utenti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi