Che cosa vuol dire cercare un impiego? E cosa cercano le aziende? La Fiera del Lavoro a Udine vista da noi ragazzi

Il gruppo del MvScuola sul palco di Alig

Una fiera che si è confermata un evento importante per incrociare domanda e offerta di lavoro e per far conoscere le tante opportunità che si aprono non solo a coloro che hanno una laurea in ingegneria o in materie scientifiche. Ed ecco la nostra esperienza con la redazione del MvScuola

UDINE. Un teatro pieno di giovani, da un lato, 70 aziende pronte a offrire 490 posti di lavoro, dall’altro. Per farli incontrare una serie di colloqui in presenza e online, durante i quali imprese e candidati hanno avuto modo di conoscersi e confrontarsi su idee, progetti ed esigenze reali di un mondo in costante cambiamento: quello dell’occupazione.

È stato questo lo spirito della 16^ Fiera del lavoro, svoltasi a Udine il 19 (online) e 20 novembre (in presenza) per iniziativa dell’AIig, l’associazione dei laureati in ingegneria gestionale.

Una fiera che si è confermata un evento importante per incrociare domanda e offerta di lavoro e per far conoscere le tante opportunità che si aprono non solo a coloro che hanno una laurea in ingegneria o in materie scientifiche, ma anche quanti sono laureati in discipline umanistiche, giuridiche, economiche.

I punti di forza

Per orientare studenti e laureati la Fiera è stata preceduta da una diretta, che si è svolta il 5 novembre sui canali social di Alig e dell’Università di Udine, nel corso della quale ogni impresa ha avuto a disposizione 120 secondi per presentare quello che fa e i profili a cui è più interessata.

La diretta è stata salvata e messa a disposizione dei giovani che hanno potuto scegliere in anticipo l’azienda da incontrare in base al proprio curriculum, ai propri interessi e alle proprie competenze.

Un clima di fiducia

Il numero delle imprese (70) e dei posti di lavoro disponibili (490) ha lanciato un segnale di fiducia: l’economia sta ripartendo e i giovani sono il motore che può renderla capace di nuovi traguardi e di nuovi progressi puntando su innovazione, sostenibilità ed economia circolare applicate ai più diversi settori.

Il lavoro come valore: la testimonianza di Rudy Zerbi

Per entrare nel mondo del lavoro bastano laurea, competenze e curriculum?

La risposta l’ha data Rudy Zerbi, volto noto della TV e protagonista di talk show come “Amici” e “Tu si que vales”. Sul palco del Giovanni da Udine, durante l’intervista dei giovani, Zerbi ha lanciato un messaggio chiaro e forte: il lavoro è prima di tutto un grande valore che va condiviso fra le generazioni ed è un valore che chiede rispetto, impegno, onestà, tenacia. È lo strumento che consente a ogni persona di realizzare se stessa e il mezzo per far progredire tutta la società.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tennis, l'esilio dorato di Djokovic nella sua Belgrado

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi