Aurelia, un anno dopo «Continua l’impegno contro ogni violenza»

L’anniversario

Un anno fa a Roveredo in Piano veniva uccisa Aurelia Laurenti. Al termine della giornata contro la violenza sulle donne, una mamma di 32 anni moriva a causa di 19 coltellate. Una tragedia che ha segnato nel profondo la comunità di Roveredo, che oggi, nell’anniversario della tragedia e in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, dedica ad Aurelia uno spettacolo, “La donna di Estavida”, cui seguirà un momento di riflessione. La serata è frutto di un percorso che per tutto il 2021 ha puntato a «tenere viva la memoria di Aurelia e sensibilizzare la popolazione sul tema della violenza contro le donne» ricorda il sindaco di Roveredo in Piano, Paolo Nadal.


«Per Roveredo il 25 novembre è una data particolare – spiega Nadal in un messaggio ai suoi concittadini –. È trascorso un anno dall’uccisione di Aurelia: un tragico fatto per tutta la nostra comunità». La giovane mamma è rimasta sempre nel cuore e nelle menti dei roveredani e quest’anno le iniziative per celebrare la giornata contro la violenza sulle donne assumeranno un significato ancora più profondo e tangibile.

Alle 19 sarà celebrata una messa nel duomo di San Bartolomeo. Al termine con una fiaccolata ci si sposterà all’auditorium comunale di via Donatori del sangue per uno spettacolo-conferenza sul tema. Il gruppo teatro e musica “Parole note” metterà in scena “La donna di Estavida” di Luana Miol: un testo interpretato da Carlotta Bortolin, cerchio acrobatico Gloria Palazzolo e voce narrante Alessandro Gennaro. Le musiche sono di Alberto Chiayban e le fotografie di Fabio Fedrigo, Gabriele De Nardo, Leonardo Fabris e Ruggero Ruggeri. Ingresso gratuito con prenotazione e obbligo di green Pass.

«Con questa iniziativa si conclude un ciclo di attività – spiega il sindaco Nadal – ma ne se apre un altro, per il 2022, sempre con l’impegno di sensibilizzare la popolazione, le donne ma soprattutto gli uomini, contro la violenza». Continua, intanto, la vicenda giudiziaria che vede protagonista Giuseppe Mario Forciniti, 34 anni, convivente di Aurelia e accusato di averla uccisa. Il processo di primo grado è iniziato poche settimane fa a Udine ed entrerà nel vivo in gennaio, quando è programma la fase istruttoria. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Metropolis/15, Bonino: "Casellati ha esposto la sua persona e l'istituzione che rappresenta. Non si fa"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi