Contenuto riservato agli abbonati

Dall’azienda agricola alle corse in bicicletta: quel legame di Ennio Doris con Torviscosa

Da sinistra Ennio Doris con l’amico e socio Renato Andretta

Renato Andretta ricorda l’amico e socio: «Comprammo l’impresa nel 1997 e lui mi disse “ora finalmente abbiamo la terra”»

TORVISCOSA. Non percorrerà più, in sella alla sua bicicletta, le strade di campagna dell’Azienda agricola Torviscosa, quel luogo del cuore, assieme alla sua Tombolo (Padova), dove lui, uomo che proveniva dalla terra, aveva coronato il suo sogno: avere un’azienda agricola. In quell’azienda (3.823 ettari, una delle più grandi in Italia, metà dei quali, con produzioni di mais, frumento, barbabietola, soia e pioppi), lasciata in gestione all’amico e socio alla pari Renato Andretta, pure lui di Tombolo, era arrivato nel 1997 proprio grazie ad Andretta.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana Resinovich: le parole del marito Sebastiano

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi