Dalla commissione arriva il via libera alla variazione Più fondi dall’Imu

La commissione Bilancio e Programmazione, presieduta da Luca Vidoni (Fratelli d’Italia), ha approvato ieri l’ultima variazione al bilancio di previsione 2021-2023. Una seduta che l’assessore Francesca Laudicina ha voluto aprire con un riferimento alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, dedicando un ricordo a tutte le vittime di violenza e a tutte le donne che ancora oggi non riescono a ottenere il rispetto che meritano.

Detto questo, l’assessore è entrata nel merito della variazione, che vede l’applicazione dell’avanzo di amministrazione per circa 220 mila euro in parte corrente e di 287 mila euro in quella capitale. «A incidere in maniera più evidente – ha spiegato Laudicina - è l’aumento del costo delle materie prime, che hanno comportato una crescita di 227 mila euro per il pagamento delle utenze elettriche del Comune. Inoltre, accanto alla sistemazione di alcuni vincoli per necessità di natura contabile, nella parte corrente sono state recepite tutta una serie di economie legate a previsioni di spesa per Covid che, alla fine, non ci sono state».


Oltre alle già citate spese per i costi dell’energia, nella variazione hanno trovato spazio 59 mila euro per i maggiori costi delle potature del verde cittadino e per la messa in sicurezza degli alberi, e 40 mila euro per l’incremento dei contributi assistenziali a favore delle famiglie (con persone disabili a carico).

«In entrata – ha proseguito l’assessore – troviamo anche un maggior accertamento Imu per 300 mila euro, visto che le cose sono andate meglio di quanto pensassimo, 95 mila euro per il fondo povertà concessi dallo Stato, 8 mila euro per il fondo gestanti e 5 mila euro provenienti dalla Regione Fvg per iniziative di contrasto alla violenza di genere». Tra le modifiche inserite in variazione, rientrano anche lo spostamento delle risorse per la manutenzione di marciapiedi da mutuo a fondi propri, per un valore complessivo di 286 mila euro. Da segnalare anche i 30 mila euro di mancati incassi dalle piscine comunali per il lungo periodo di chiusura causa pandemia.

A chiedere delucidazioni sulle voci della variazione di bilancio, è stata la consigliera Cinzia Del Torre (Pd), che si è soffermata sulle cosiddette “economie causa Covid” relative alle scuole elementari e agli asilo nidi, per complessivi 299 mila euro.

A rispondere è stata Laudicina: «Si tratta di economie legate a previsioni di spesa eccessive, non dovute a riduzioni di servizi per i cittadini». Da rilevare, infine, la donazione da parte di un privato dell’area antistante la chiesetta di Baldasseria Media (per un valore di 40 mila euro). —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi