Musica, teatro, danza, letture e giochi: oltre cento eventi per sette settimane con “Natale a Udine”

UDINE. E’ ai nastri di partenza la kermesse di eventi promossi dal Comune di Udine per animare la città lungo tutto il periodo dell’Avvento sino alla metà del prossimo mese di gennaio.

Il calendario, messo a punto dall’assessorato alla Cultura, vede il contributo della Biblioteca, dei Civici Musei, del Museo etnografico e del Museo friulano di storia naturale, oltre che delle iniziative organizzate dall’assessorato al Turismo e grandi eventi e dall’assessorato all’Istruzione.

La programmazione è arricchita dalle proposte di una ventina di realtà associative del territorio, che presentano una serie di progetti articolati non solo per il centro storico, ma anche per le periferie cittadine, con una particolare attenzione alla tematica “Le tradizioni natalizie in Friuli”.

Nel cartellone trovano spazio i più diversi generi e linguaggi: musica, teatro, arte, danza, incontri, letture e giochi. Oltre cento eventi per sette settimane di programmazione compongono un cartellone ricco e variegato con proposte culturali per tutte le fasce di età e le aree d’interesse.

Si comincia venerdì 26 novembre, alle 18, con l’accensione delle luci degli alberi di Natale in via Lionello e piazza Duomo. Per l’occasione la città verrà addobbata con festose luminarie e suggestive proiezioni sui principali palazzi, porte e piazze.

Gli zampognari dell’associazione Musicologi animeranno la festa con le tradizionali melodie natalizie.

Domenica 5 dicembre, alle 10, in piazza Venerio ci sarà l’apertura della pista di pattinaggio su ghiaccio, irresistibile attrazione dall’atmosfera tipicamente natalizia, mentre per l’ultima notte dell’anno il cielo di Udine s’illuminerà di fuochi artificiali con lo spettacolo pirotecnico silenzioso alle 24 di venerdì 31 dicembre dal colle del Castello.

Grande spazio avrà la musica. Sabato 3 dicembre alle 20.45 al teatro Nuovo Giovanni da Udine il Ceghedaccio proporrà l’evento vintage Let the music play ’70/’80 con la Symphony orchestra Fvg diretta da Denis Feletto.

Un altro impedibile concerto, sempre al Teatro Nuovo, si terrà giovedì 23 dicembre in occasione del ventitreesimo anniversario della strage dei poliziotti di viale Ungheria con la straordinaria partecipazione di Piano Twelve, spettacolare ed emozionante ensemble di dodici pianoforti che traghetterà il pubblico in un viaggio da brivido attraverso quattro secoli di musica, proponendo le più belle melodie di sempre in una girandola di brani senza tempo, da Bach a Piazzolla, da Williams a Lennon. Il concerto è offerto dal Comune di Udine.

Molti altri concerti troveranno casa nelle chiese cittadine come quelli proposti dall’Accademia organistica udinese per la rassegna Note d’organo in città con la direzione artistica di Beppino Delle Vedove o quelli della Fondazione Luigi Bon dal titolo “Natale di armonie”, con la direzione artistica di Claudio Mansutti, che si concluderanno allo Spazio Venezia di via Stuparich il prossimo 11 gennaio con il Galà swing dedicato a Greta Garbo.

Nella chiesa di San Pietro Martire ritorna l’8 dicembre alle 20.45 il tradizionale concerto dell’Immacolata che racconta attraverso il canto affidato ala coro “Egidio Fant” di San Daniele, diretto da Flavio Turissini, ed accompagnato alla tastiera da Alessio De Franzoni, l’intero percorso di attesa compiuto dall’Annunciazione alla Natività.

Anche la danza è di scena con due appuntamenti: giovedì 23 dicembre, alle 17 e alle 21, al Palamostre lo spettacolo “Natale in danza” propone le coreografie degli allievi più grandi delle scuole di danza Axis.

L’evento speciale “Nuevo tango – Gnuf” è in programma venerdì 7 gennaio al Palamostre, alle 20.45, a cura dell’Orchestra giovanile filarmonici friulani. La serata, diretta da Giancarlo Rizzi, è dedicata ad Astor Piazzolla con Davide Tomasi alla chitarra e Sebastiano Zorza alla fisarmonica.

Il 17 dicembre alle 20.30 la chiesa di Gesù Buon Pastore in via Riccardo Di Giusto ospita l’evento “Storie d’amore e d’amicizia” con musica, danza e lettura di poesie in friulano di padre Turolodo: suona la band di don Beppe Marano, voce solista e conduttore della serata con la partecipazione straordinaria del coro Vocinvolo, diretto la Lucia Follador.

Mercoledì 22 dicembre in Duomo i Pueri Cantores di Udine diretti da Annamaria Dell’Oste festeggiano il loro quarantesimo Natale assieme al coro Semper Cantores, diretto da AndreaToffolini.

Domenica 12 dicembre, alle 17, arriva il gospel nella chiesa di Gesù Buon Pastore con The Messengers Mass Choir, diretto da Lucia Lesa, assieme a The NuVoices Project, diretto da Rudy Fantin.

Il gospel farà tappa anche al Palamostre lunedì 27 dicembre alle 21, con The Groovy Xmas Band, diretta da Rudy Fantin: special guest della serata il chitarrista californiano Stef Burns, già solista per Vasco Rossi ed altre rockstar internazionali.

The Messengers Mass Choir tornerà sabato 1° gennaio, giorno di Capodanno, alle 17 in Loggia del Lionello con il concerto “Gospel per il nuovo anno”, diretto da Lucia Lesa.

Diversi ed articolati i progetti a tema realizzati sul territorio da associazioni culturali, parrocchie e pro loco. La parrocchia S. Maria Annunziata del Duomo di Udine propone "Tra i pastori e i re”, undici appuntamenti con immagini, musica e poesia della Natività e dell’Epifania in Friuli.

Dal 1° dicembre al 10 gennaio un’illuminazione particolare svelerà la bellezza delle opere d’arte sacra custodite in cattedrale. "Natale di rinascita” è un’iniziativa della Pro Loco Città di Udine che propone nei tre venerdì di Avvento dal 3 al 17 dicembre visite guidate negli scorci più suggestivi del centro cittadino, arricchiti da momenti musicali offerti dal coro di Reana del Rojale e dagli studenti del Conservatorio “Jacopo Tomadini” nella sede di palazzo Ottelio ed alla parrocchia del Carmine.

Il progetto dell’Associazione musicologi “Natale in musica lungo le vie di Udine” porta in tutti i quartieri due diversi format di intrattenimento itinerante: gli zampognari ed il trio di ottoni ‘Fûr par Fûr’.

Quattordici gli appuntamenti previsti da Cussignacco a Beivârs e Godia con passaggi previsti anche presso le residenze per anziani di Gervasutta e La Quiete. Anche il progetto Madins dell’Associazione Fûrclap avrà un carattere itinerante. Si comincia domenica 5 dicembre alle 18 con San Nicolò e la Leggenda di Babbo Natale, letture e musiche tradizionali al suono delle cornamuse da via Lionello a via Mercatovecchio.

Martedì 21 dicembre al mattino Madins, aspettando il Natale incontrerà i bambini delle scuole dell’infanzia di Paderno, Chiavris e Beivârs con i racconti e le musiche della novena. Infine sabato 8 gennaio alle 20.30 nella chiesa di S. Pio X in Baldasseria sarà la volta di Un an plen di fortune con musiche, canti e letture per augurare un anno felice.

Ancora quartieri protagonisti martedì 7 dicembre con "Di gnuf ducj insiemi: un viac di emozions tal cuartir”, a cura della parrocchia di Sant’Osvaldo: alle 19 circa accensione luci degli abeti di Natale posti di fronte alle chiese di Sant’Osvaldo in via Pozzuolo e San Paolo in via San Paolo.

Sabato 11 dicembre alle 17 appuntamento all’oratorio di via Bertiolo per l’illuminazione del presepe con intrattenimento musicale. Il sabato successivo – 18 dicembre – al mattino passeggiata per le vie del quartiere Sant’Osvaldo e San Paolo, con i bambini della scuola dell’infanzia, la nuova banda di Orzano e la sezione locale Afds. A mezzogiorno apertura della mostra fotografica sulla vita del quartiere tra passato e presente.

Natale si tinge di giallo venerdì 10 dicembre e martedì 4 gennaio alle 20.45 nella sala polifunzionale di via Veneto a Cussignacco, quando andrà in scena Giallo di Natale, racconto di un delitto avvenuto a Udine quasi cento anni fa, di e con Francesco Cevaro: il monologo teatrale è prodotto dalla Compagnia della Testa.

Il teatro ritorna giovedì 23 dicembre alle 16.30 all’auditorium Bellavitis nel quartiere Aurora con lo spettacolo Nightmare before Christmas, prodotto dal teatrino del Rifo con Roberta Colacino e Manuel Buttus che interpretano l’incubo prima di Natale, coadiuvati dal Complesso bandistico di Fagagna diretta da Mauro Verona e con la collaborazione dell’associazione Mamarogi.

Il teatrino del Rifo torna martedì 28 dicembre, alle 21, al teatro Palamostre con lo spettacolo Se non avessi più te… di Manuel Buttus con Matteo Sgobino, Nicoletta Oscuro e lo stesso Manuel Buttus.

“Il Natale, memoria di un fatto presente” è il titolo del progetto, messo a punto dal Centro culturale Il Villaggio per il weekend che precede il Natale.

Sabato 18 dicembre, alle 10, Il cuore dell’uomo, sete di infinito, ovvero visita guidata alla mostra “La forma dell’infinito” in Casa cavazzini; alle 15 visita guidata, a partire da piazza San Giacomo, ai luoghi cittadini che testimoniano la religiosità del popolo friulano, sulle tracce del Natale.

Domenica 19 dicembre alle 17 presepe vivente in piazza San Giacomo con rappresentazione sacra e tradizionale canto del Missus, peculiare tradizione musicale friulana, con replica lunedì 20 dicembre alle 21 in occasione della presentazione del progetto di cooperazione internazionale ‘Emmaus’ sull’opera di accoglienza educativa ucraina Avsi Fvg - rete di volontariato e solidarietà – in collegamento con il Centro culturale delle Grazie.

"Sotto l’albero con Calvino e Belzebù” è il calendario dell’Avvento radiofonico, ideato da Radio Magica, con la riscrittura di 24 racconti di Italo Calvino in tre appuntamenti.

L’evento finale di storytelling, condotto da Angelo Floramo, si terrà al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, a coronamento di un progetto di animazione culturale rivolto a tutti e realizzato attraverso la radio e il teatro. Ospite d’eccezione lo scrittore per ragazzi Roberto Piumini.

Una serie di visite guidate e racconti in movimento per famiglie alla Galleria d’arte antica in castello, al Museo etnografico ed in Casa Cavazzzini è in programma a cura dei Civici musei – didattica museale Arteventi.

Si va dagli antichi abitatori delle grotte in Friuli al mistero del Tiepolo, dalle tradizioni ludiche e narrative friulane alla grande mostra La forma dell’infinito. La Biblioteca civica “V. Joppi” propone numerose iniziative con l’Ora delle storie 0 – 3 anni in sala Corgnali e 4 – 8 anni in modalità ondine a cura del Club Tileggounastoria.

Non mancheranno i Dialoghi in Biblioteca con presentazioni di libri ed incontri con l’autore (con la presenza, tra gli altri, di Gabriella Bucco ed Angelo Floramo), gli appuntamenti della settimana "Nati per leggere” e del nuovo “Progetto Leggiamo 0 – 18 Fvg” il 18 dicembre in sala Corgnali per bibliotecari, operatori, insegnanti, genitori e lettori volontari.

Da venerdì 3 a domenica 5 dicembre, dalle 10 alle 18, bambini e genitori sono invitati al Museo etnografico in via Grazzano per costruire insieme un krampus da appendere in casa.

Domenica 5 e 12 dicembre alle 15.30 sempre al Museo etnografico grandi e piccini sono attesi per una passeggiata che farà rivivere il Natale di qualche anno fa in Friuli, ripercorrendo insieme le più antiche e radicate tradizioni della cultura popolare come quella legata, proprio la sera del 12 dicembre, all’attesa di Santa Lucia.

Al Museo friulano di storia naturale in via Sabbadini sarà possibile ritrovarsi per andare alla scoperta del percorso storico-antropologico che va dal castelliere al castello, degli alberi lungo le vie di Udine, delle vie d’acqua e dei fossili in città rispettivamente sabato 4 (ore 14.30), domenica 5 (ore 10), domenica 12 (ore 10) e domenica 18 (ore 14.30) dicembre.

Due imperdibili appuntamenti per bambini da 6 a 12 anni sono in programma in Loggia del Lionello dalle 15 alle 18 di sabato 18 e domenica 19 dicembre ovvero "La bottega di Babbo Natale”, una proposta della ludoteca comunale.

Nel laboratorio di Babbo Natale fervono i preparativi per la magica notte di Natale. Aiutato dai suoi amici elfi, il vecchio dalla barba bianca costruisce i giochi che porterà in dono alle bambine e ai bambini di tutto il mondo.

Completano il programma la 21^ edizione del premio Udine, città della Pace, allestito dal Club Unesco ed i grandi concerti per pianoforte, organizzati dall’Accademia Ricci presso il Palazzo Antonini-Cernazai di via Petracco in collaborazione con l’Università.

E’ necessaria la prenotazione, obbligatorio il green pass per accedere agli eventi al chiuso.

Video del giorno

Studenti in piazza a Torino, scontri con la polizia

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi