In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
La vertenza

Si mobilitano quattro sindaci per i lavoratori dell’ex Raco

I primi cittadini di Attimis, Faedis, Nimis e Taipana dall’assessore Rosolen «La Regione ha dimostrato attenzione, adesso incontreremo l’azienda»

Lucia Aviani
1 minuto di lettura

ATTIMIS

Come promesso in occasione dell’ultimo sciopero dei lavoratori della Dynamic Technologies (ex Raco), il sindaco di Attimis, Sandro Rocco, e i colleghi di Faedis, Claudio Zani, Nimis, Gloria Bressani, e Taipana, Alan Cecutti, hanno chiesto e ottenuto, grazie all’interessamento del consigliere Fvg Cristiano Shaurli, un incontro con l’assessore regionale al lavoro, Alessia Rosolen, per affrontare la questione e capire quali prospettive si delineino per lo stabilimento alla luce della vertenza in atto.

«Gli amministratori di tutti i territori interessati dalla crisi dell’industria – dichiara Rocco, spiegando che al confronto hanno preso parte lo stesso Shaurli e il consigliere Elia Miani – hanno voluto attivarsi subito in maniera concreta, al di là dell’espressione di solidarietà a chi rischia di perdere il posto di lavoro. Ringraziamo l’assessore Rosolen per la sua immediata disponibilità e per l’importante interlocuzione, che ci ha dato garanzie sul fatto che la Regione segue da vicino la vicenda: sono già stati presi contatti con la proprietà, mentre per la prossima settimana è atteso un incontro con le rappresentanze sindacali. L’assessore ci ha assicurato l’impegno del governo regionale, che ricorrerà a tutti gli strumenti a sua disposizione».

«Le difficoltà in cui versa l’ex Raco – aggiunge Rocco –, in cui trovano impiego tante persone della zona, rischiano di tradursi in un duro colpo per Attimis e per le Valli del Torre: di qui la preghiera all’assessore di tenerci costantemente aggiornati sugli sviluppi. Nel frattempo noi sindaci chiederemo un incontro pure all’azienda, auspicando possa svolgersi già nei prossimi giorni».

Vicinanza ai lavoratori viene espressa anche dal sindaco di Faedis, Zani: «Abbiamo voluto recarci personalmente in Regione per cercare di capire quali possano essere i margini di manovra», sottolinea, ricordando che fra i dipendenti della Dynamic Technologies ci sono anche cittadini residenti nel Comune da lui guidato e formulando l’auspicio che la vertenza «si risolva al più presto e nel modo migliore».

I sindacati, intanto, attendono la convocazione in Regione, in recepimento dell’istanza inoltrata venerdì della scorsa settimana, al termine della seconda giornata di agitazione. «A oggi – spiega Pasquale Stasio, di Fim Cisl – non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione ufficiale, né dalla Regione né dall’azienda. Apprezziamo l’impegno dei sindaci dell’area interessata dal problema: è importante che abbiano voluto esprimere con compattezza alla Regione la propria preoccupazione, nella speranza che si arrivi a una soluzione positiva».

Per il momento non sono in programma nuove mobilitazioni: «Dipenderà – conclude il sindacalista – dalle risposte che otterremo alla richiesta di attivazione degli ammortizzatori sociali». —



I commenti dei lettori