Contenuto riservato agli abbonati

Statuto in aula lunedì, Venanzi (Pd): «Scelta ideologica, se resterà com’è non lo voteremo»

UDINE. «Udine rischia di diventare una città medioevale a causa della mentalità di chi la amministra». L’allarme è del capogruppo del Pd a palazzo D’Aronco, Alessandro Venanzi, che stigmatizza la scelta di voler limitare il concetto di famiglia associandolo unicamente a quello di matrimonio.

Lunedì 29 novembre lo Statuto sarà votato. Sarete della partita?

«La maggioranza ha dimostrato un approccio rigido e ideologico, quando invece lo Statuto, che per definizione è la carta dei valori del Comune, dovrebbe nascere da un processo di collegialità tra le diverse componenti del Consiglio.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Studenti in piazza a Torino, scontri con la polizia

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi