Contenuto riservato agli abbonati

Truffa due clienti e li calunnia: agente di viaggio condannato

Aveva trattenuto 17 mila euro versati da una coppia per prenotare una vacanza. Si era poi rivolto alla Procura, accusando i coniugi di aver inventato tutto

UDINE. Federico Ninino, trentottenne agente di viaggio di San Giovanni al Natisone e titolare di un’agenzia a Udine, è stato condannato ieri a due anni di reclusione per aver calunniato due clienti, originari di Maniago, che si erano rivolti a lui nell’estate del 2015 per prenotare una vacanza in Nuova Zelanda e nelle Isole Fiji.

Una contro-querela a dir poco temeraria, quella che Ninino aveva sporto nei confronti della coppia, marito e moglie, che a loro volta avevano denunciato l’agente di viaggio dopo che questo si era impossessato di oltre 17 mila euro versati dai due maniaghesi per la prenotazione, limitandosi a girare al tour operator che organizzava la vacanza soltanto la caparra, poco più di 6 mila euro.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi