Contenuto riservato agli abbonati

In Fvg le restrizioni per i no vax partono in anticipo: il grafico con le differenze tra Green pass base e quello rafforzato

In zona bianca e in zona gialla, con il Super Green Pass, sarà possibile entrare in tutta una serie di attività vietate a chi ha il certificato base, ovvero ottenuto con un tampone negativo. Tre gli ambiti che però restano esclusi fino al 6 dicembre

UDINE. Da lunedì 29, con una settimana d’anticipo rispetto al resto d’Italia, scatta il Super Green Pass in Friuli Venezia Giulia. 

Con il decreto che il governo Draghi ha approvato mercoledì, viene introdotto il cosiddetto Green Pass rafforzato, che sostanzialmente si differenzia da quello base per il fatto che si può ottenere solo con vaccinazione o guarigione dal Covid.

L'altra differenza riguarda la durata della validità della certificazione in base a se la si ottiene attraverso guarigione dal Covid, vaccinazione o tampone con esito negativo.

In zona bianca e in zona gialla, con il Super Green Pass, sarà possibile entrare in tutta una serie di attività che dal 6 dicembre al 15 gennaio saranno vietate a chi ha il Green Pass base, ovvero ottenuto con un tampone negativo.

Si tratta principalmente delle cosiddette attività ricreative – dai cinema ai teatri, passando per stadi e ristoranti – con le nuove regole che prescinderanno dai colori delle Regioni. 

Le regole del Green pass rafforzato varranno tutte già da lunedì 29 ad eccezione di tre ambiti: trasporti (qui le regole), alberghi e spogliatoi. In queste situazioni, le limitazioni per i non vaccinati partiranno in concomitanza con le altre regioni in Italia. Abbiamo riassunto in questa tabella riassuntiva, le principali differenze tra i due certificati

Video del giorno

Stefano, vita da crossdresser: "Sono padre, marito, eterosessuale e mi vesto da donna"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi