Una bomba da disinnescare Blocco del traffico dal mattino

Disposta la sospensione della circolazione ferroviaria lungo la Udine-Tarvisio I mezzi si fermeranno sulla Pontebbana e in A23. All’opera il Genio guastatori



/ malborghetto-valbruna


Traffico ferroviario sospeso sulla linea Udine-Tarvisio, circolazione bloccata lungo un tratto della statale Pontebbana, dell’autostrada A23 e della pista ciclabile Alpe Adria, oltre all’evacuazione di due frazioni del comune diMalborghetto-Valbruna.

Sono le misure di sicurezza adottate per la giornata di oggi a partire dalle 7.30, con l’avvio da parte dei tecnici del Genio guastatori delle operazioni di disinnesco di una bomba d’aereo da mille libbre che è stata rinvenuta sul greto del torrente Fella. Misure comunque suscettibili di modifiche in caso di abbondanti nevicate. Per consentire in piena sicurezza le operazioni di despolettamento e brillamento dell’ordigno bellico, con ordinanza del sindaco è stata disposta l’evacuazione degli abitanti di Bagni di Lusnizza e Santa Caterina.

Nel corso di una serie di tavoli coordinati dalla Prefettura sono state inoltre concordate numerose limitazioni al traffico ferroviario e stradale. Bloccata dalle 8.20 alle 10 la circolazione dei treni lungo la linea ferroviaria Udine-Trieste.

Sull’autostrada A23, nella corsia di marcia verso il confine di Stato, è stata prevista l’uscita obbligatoria alla stazione autostradale di Pontebba con accumulo di camion e autoarticolati all’autoporto doganale attraverso l’ausilio dei carabinieri, mentre per i mezzi leggeri è stata prevista la deviazione sulla statale Pontebbana.

Per il flusso in direzione di Udine è stato predisposto il blocco del traffico prima dell’imbocco della galleria Pagonia con accumulo dei mezzi in autostrada per una capacità su doppia corsia di circa 4 km. Le misure di sicurezza sono state estese all’area di servizio Fella Est per la quale è stata prevista l’evacuazione a partire dalle 5. Deciso lo sgombero anche dell’area di sosta La Foresta. Operazioni affidate al personale Aspi che opera in stretta collaborazione con la Polizia stradale, seguendo le direttive impartite dal Centro di gestione allestito per l’intervento.

Disposte modifiche anche alla viabilità ordinaria: sulla statale Pontebbana è stato previsto un presidio a Villanova in comune di Chiusaforte, dove due cantonieri bloccano il traffico pesante diretto a Tarvisio facendolo sostare sulla area di parcheggio del comune di Chiusaforte.

Ammessa per il traffico leggero diretto a Tarvisio la circolazione fino a San Leopoldo, dove è stato allestito un secondo presidio gestito da due cantonieri. Prevista la deviazione sulla Provinciale 76 della Val Raccolana a Chiusaforte attraverso una seconda barriera. Un ulteriore presidio sulla Pontebbana è stato programmato in località Cucco nel comune di Malborghetto-Valbruna con altri due cantonieri. Il blocco stradale è stato disposto a monte della galleria di Santa Caterina per evitare la formazione di code in galleria e bloccando l’accesso alla strada secondaria che conduce all’abitato di Santa Caterina. Viabilità locale, percorsi boschivi e strade sterrate che raggiungono l’area interessata dalle operazioni di disinnesco sono stati interrotti con presidi disposti dai sindaci dei comuni di Malborghetto-Valbruna, Osoppo e Trasaghis con l’ausilio del corpo forestale regionale e dei volontari della protezione civile. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid Watch. Ensovibep: cosa sappiamo del nuovo farmaco

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi