«Va spostato il termine per il bonus mamme Altrimenti sarà un flop»

«Restano pochi giorni per ricevere l’informazione, elaborarla e per presentare la domanda: non era possibile spostare più in avanti la scadenza, per lasciare un tempo congruo alle cittadine in attesa o neomamme in condizioni di povertà? Così, il risultato non potrà che essere un flop a loro danno». Le segreterie della Cgil e dei pensionati della Cgil pungolano le istituzioni sul bonus di 500 euro a favore delle gestanti e delle neomamme, in condizioni economiche di povertà, con reddito Isee non superi 9.360,00 euro (lo stesso limite massimo previsto per accedere al Reddito di cittadinanza).

Si tratta di una misura statale che destina al Fvg 562mila euro. «La cronistoria degli atti conclusivi: il 19 ottobre il Consiglio per le Autonomie Locali (CAL) ha dato il via libera; la giunta regionale il 10 novembre, ha approvato in via definitiva le direttive di indirizzo per dar corso all’intervento e da ultimo, il 18 novembre, l’Ambito del Noncello ha pubblicato il provvedimento, stabilendo che le domande vanno presentate entro mercoledì primo dicembre – prosegue la Cgil –. Sui siti degli altri Ambiti non abbiamo trovato tracce di analogo provvedimento attuativo. L’importo massimo una tantum, è di 500 euro, da erogare in unica soluzione».


La Cgil prosegue: «Alla domanda redatta su apposito modello e accompagnata dalla liberatoria per la privacy, allegando copia della carta di identità, dell’attestazione Isee, del certificato medico che provi lo stato di gravidanza e, per le cittadine extracomunitarie, anche del permesso o carta di soggiorno o della ricevuta della domanda di rilascio di tali documenti. Il termine ultimo per presentarla all’assistente Sociale del rispettivo comune dell’Ambito del Noncello – Pordenone, Cordenons, Porcia, Roveredo in Piano, San Quirino, Zoppola – è stato fissato entro mercoledì primo dicembre 2021 ed i primi sei mesi di vita del bambino. I nostri sportelli sociali sono a disposizione per prestare ogni utile aiuto alle interessate. Chiediamo a chi di dovere di riconsiderare e di spostare in avanti la data ultima per presentare la domanda». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Ffp2, la prova in laboratorio: ecco come riconoscere le mascherine di qualità

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi